ANA - Gruppo di Castello di Godego e Castion

ti trovi in: La nostra storia

 

Home
Il Nostro Gruppo

La nostra storia
Il direttivo
La nostra sede
Le attività
Gli Alpini
Storia degli Alpini
Lo statuto
La preghiera
Le Adunate
Le nostre foto
Bassano 2008
News
Comunicati
Calendario

:::::::::::::::  Passa il mouse sulle parole in grassetto per vedere le foto :::::::::::::::

1969 Da un'idea ai fatti
La tradizione dell'associazionismo alpino ci porta a Bassano, dove una delle prime sezioni in Italia, la "Monte Grappa" costituita nell'anno 1920 e cosi nominata a testimonianza dei legami ed identità degli Alpini con competenza territoriale al massiccio del Grappa, già si era affermata come associazione alpina locale. E' proprio nella sezione Monte Grappa che alcuni Alpini Godigesi si iscrivono nel 1969 partecipando alla vita associativa.
Nasce così l'idea di formare anche a Castello di Godego il gruppo Alpini Le prime riunioni, i primi inviti, le prime difficoltà sono acqua passata. Allora non esisteva alcun verbale di riunione e gli amici Alpini che frequentavano i nostri incontri creavano quel senso di provvisorio e inesistente. Da questa situazione è scaturita la necessità di costituire il gruppo aderente alla Sezione "Monte Grappa".


Finalmente il 1970
Una delegazione di Alpini Godigesi guidata da Guido Federighi , importante protagonista di questi momenti, partecipò ad un incontro ufficiale con il Presidente della Sezione - allora Uti Fabris - e prese gli accordi per la formazione a gruppo ufficiale.
Alla prima assemblea tenuta all'osteria "Al Sole" l'ordine del giorno contemplava l'elezione dei membri del direttivo.
All'unanimità fu eletto presidente Guido Federighi, vice Vito Stangherlin, segretario Luigi Berton,e membri del consiglio direttivo Lodovico Eduati , Gino Puntel, e Giuseppe Bresolin. Eravamo fieri di essere ufficialmente riconosciuti in un'associazione così gloriosa e dal forte contenuto umano e civile.
Anche
Anche una Penna Bianca, appena saputo che a Godego si stava formando un gruppo di Alpini, con grande gioia partecipa alle nostre riunioni. E' il Tenente Colonnello Gastone Zorzi, figlio del medico condotto di Godego negli anni '30. Nonostante abitasse a Vicenza si iscrive al Gruppo di Godego, privilegiando la terra delle sue origini.

Tutti i Godigesi dovevano sapere della nostra esistenza, dovevamo farci conoscere e non considerarci un club privato di amici che vivono di ricordi.

1971 L'inaugurazione
Molti soci fondatori avevano vissuto i tragici momenti della guerra ed in quei frangenti era nato quello spirito di corpo che tutti ci invidiano; è per questo che moltissimi giovani hanno aderito. Per noi la guerra rappresenta un momento vergognoso nella storia dell'umanità. Non di semplice nostalgia è infatti il nostro punto di unione e di fratellanza: onorare la memoria dei nostri fratelli e scongiurare qualsiasi rischio di guerra in un impegno costante per la Pace. "Ieri per la Patria, oggi per l'Umanità". Con questa massima il 18 aprile del 1971 abbiamo sfilato per le vie di Godego , inaugurando con fierezza il nostro Gruppo.

Il Gruppo prende forza
IL gruppo costituito all'inizio da 33 iscritti nel corso degli anni si rafforza fino a raggiungere il numero di 130 soci: una significativa realtà locale con molti amici.

1976 Il terremoto in Friuli
Nel Maggio del '76 il nostro vicino Friuli viene colpito da un violento terremoto. Sopratutto in seguito al disastro che ha coinvolto un nostro Alpino di Godego, Federico Luison, rimasto sotto le macerie, il gruppo manifesta la sua solidarietà, inviando assieme ad un folto gruppo di Alpini della sezione Monte Grappa anche tre nostri soci per prestare soccorso ai terremotati.

1983 Gemellaggio con Boves

In seguito al gemellaggio del Comune con la città di Boves (CN), il Gruppo di Godego stringe immediatamente rapporti con il Gruppo di Boves per una vera amicizia. Alla commemorazione del 29 Aprile dell'eccidio di Via Cacciatora gli organizzatori creano un punto d'incontro per i cittadini di Boves e Godego. Per tutti gli anni successivi ci vediamo in prima fila, insieme alle altre associazioni, a sostenere tutte le iniziative di amicizia con la città gemella.

1983 Un grave lutto
Dopo 13 anni di presidenza il dott. Guido Federighi, a seguito di una malattia, ci lascia. Una perdita incolmabile, eravamo abituati a vederlo in prima fila alle riunioni e alle sfilate; il presidente fondatore del nostro gruppo, l'organizzatore delle nostre iniziative
Gli succede nel 1984 Vito Stangherlin , classe 1911, che con pazienza e saggezza riesce a dare carica al Gruppo partecipando alla vita associativa della comunità Godigese instaurando un nuovo dialogo con gli Alpini. La disponibilità degli Alpini è da esempio a molte associazioni creando unità e amicizia nuove. Grazie a Vito prende idea anche la costruzione della Casa degli Alpini, realizzata purtroppo dopo la sua scomparsa:è l'attuale sede e luogo di incontro del gruppo.


1985 Il nostro impegno
Sapute delle difficoltà in cui versava la Scuola Materna, il gruppo si è fatto promotore di manifestazioni che hanno prodotto validi aiuti economici per il risanamento della gestione della scuola. Ci vengono in aiuto anche gli Alpini della città gemella di Boves che con incredibile generosità aderiscono portando le loro castagne DOC. Nasce cosi la Castagnata, festa ricordata tra le meglio riuscite e partecipate.
Nello stesso anno per testimoniare i valori di Patria, Democrazia e Libertà si è provveduto a dotare del Tricolore la Scuola Materna, le Scuole Elementari, l'Istituto Salesiano e le Scuole di Castion.


1989 Il monumento
L'11 giugno del 1989, in occasione dell'adunata Sezionale, è stato inaugurato il monumento alla memoria dei nostri caduti. Il monumento in marmo raffigura un libro aperto, libro della storia, a volte anche tragica, che gli Alpini hanno saputo scrivere e che ci auguriamo continueranno a scrivere in futuro.

 

avanti >>>

| torna sù | contattaci | webmaster | link|

Associazione Nazionale Alpini - Sezione Monte Grappa - Gruppo di Castello di Godego e Castion